Ipab, M5S: “Stipendi arretrati fino a 70 mesi, governo acceleri”

“Cogliamo al volo la disponibilità annunciata dal presidente Musumeci di voler riformare le Ipab, ma ci auguriamo che non sia il solito proclama a cui ci hanno abituati Crocetta e i suoi predecessori, con il settore che è ormai al collasso e da diciassette anni chiede attenzione”. A dichiararlo è la deputata regionale del Movimento Cinque Stelle Angela Foti, prima firmataria del disegno di legge del gruppo pentastellato sulle Ipab (gli istituti pubblici di assistenza e beneficenza, ndr) che prevede tra l’altro la trasformazione degli enti in aziende di servizio alle persone, cosa avvenuta in tutte le regioni d’Italia.

“Noi – sottolinea Foti – abbiamo pronto un disegno di legge che prevede un fondo di rotazione con cui le Ipab potranno ripianare i debiti, un fondo di funzionamento annuale e una convenzione tipo tra Ipab e Asp in attuazione della tanto agognata integrazione sociosanitaria”.

“Ci sono lavoratori – spiega Foti – che vantano stipendi arretrati fino a 70 mesi pur continuando ad accudire anziani, inabili e minori stranieri ospiti delle strutture che vivono un dramma immenso ed esasperante di cui tutte le forze politiche devono farsi carico. Il nostro disegno di legge venga subito assegnato alle commissioni di merito e vada presto in Aula. Inoltre la pioggia di decreti di estinzione emessi dalla giunta Crocetta e le conseguenze causate dall’articolo 34 della legge regionale 22 dell’86, che prevede il passaggio del patrimonio dei debiti e dei dipendenti al Comune in cui ricade l’Ipab estinta, sta mettendo in serissima difficoltà le amministrazioni comunali che non hanno la possibilità di assorbire soprattutto lavoratori e debiti”.

“Altro nodo da sciogliere è la serie di ricorsi non ultimo quello di questi giorni in cui il Tar di Catania, ha rigettato il ricorso del comune di Paternò avverso il decreto di estinzione della Ipab Bellìa. Insomma una soluzione alla questione non è più rinviabile e alle parole forbite del lungo discorso programmatico di Musumeci in Aula – conclude la deputata Angela Foti – seguano i fatti dell’Assemblea Regionale”.

Muos Niscemi

Cangemi, PCI: la lotta contro il MUOS continua

CGA dice sì al Muos. Dichiarazione di Luca Cangemi, segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano La sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che conferma l’autorizzazione a installare nel territorio di Niscemi la macchina di guerra e devastazione ambientale chiamata MUOS, non ...
Leggi Tutto
Parlami di musica...e non andare via, di Valentina Frinchi

Nuova edizione del libro “Parlami di musica…e non andare via”, dal Rock progressive al Jazz di Valentina Frinchi

È palermitana, classe '71, Valentina Frinchi, la "Signora degli eventi" che nel 2016 ha pubblicato il suo primo lavoro come scrittrice con la passione per la musica nel Dna. "Parlami di musica... e non andare via" - dal Rock progressive ...
Leggi Tutto
Fabio Citrano suca a Salvini

Fabio Citrano e il suca a Matteo Salvini, il fascicolo al consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti

Caso Citrano-Salvini al consiglio di disciplina, l'Odg Sicilia: maggiore continenza sui social Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, riunito oggi a Palermo, ha deliberato l'invio al Consiglio di disciplina territoriale del fascicolo relativo al caso del collega Fabio Citrano ...
Leggi Tutto
Usb, manifestazione stop glifosato

Stop glifosato, tavolo di coordinamento all’Ars. Usb: “Stop pesticidi. Diritto alla sovranità alimentare”

Venerdì 11 gennaio alle ore 10:30 in Assemblea Regionale Siciliana, nella Sala Rossa “Pio La Torre”, il tavolo di coordinamento Stop glyphosate La Federazione del Sociale USB Catania, insieme agli altri firmatari del manifesto "StopGlifosato", parteciperà, presso  l'Assemblea regionale siciliana, ...
Leggi Tutto