“Problemi con il bilancio? Musumeci, te lo faccio io”

Crocetta provoca il suo successore: “Se vogliono allargare la spesa è chiaro che non ci sono soldi. Io candidato nel Pd? Ancora non se ne parla”.

“Le candidature? Non me ne sono occupato, dovrebbero essere un problema del Pd, non mio. Certo, ne avevamo discusso prima delle elezioni, ma dopo il voto, eccetto un paio di messaggi con Renzi, non c’è ancora stata interlocuzione”. Rosario Crocetta nasconde a fatica la delusione per un dialogo col partito che, di fatto, si è interrotto con la chiusura dei seggi elettorali.

Certo, intanto nel Pd è tempo di mal di pancia. La direzione regionale, da più parti richiesta all’indomani dell’appuntamento con le urne, non è ancora stata convocata. E in molti adesso chiedono al segretario dem in salsa sicula, Fausto Raciti, di evitare “candidature imposte dall’alto”.

Lei si candiderà nel Pd?
“Non mi pare che sia ancora aperta una discussione. Io, dal canto mio, continuo a partecipare ai dibattiti, prendo parte alle iniziative, mi sto comportando come un corretto dirigente e militante del Pd. Di certo non avanzo autocandidature”.

Ma con Raciti vi siete sentiti?
“Non di recente, dovremmo sentirci”.

In molti continuano a chiedergli di convocare la direzione regionale.
“All’indomani delle elezioni quella richiesta di convocazione era partita male, più che dell’impegno in vista delle politiche, l’aria che tirava era quella della rottura. Bene ha fatto Renzi a rinviarla, ma è chiaro che bisognerà discutere”.

Anche della sua candidatura.
“Sono una persona che sa mettere da parte l’io, mi pare di averlo dimostrato in campagna elettorale”.

Alle prossime politiche ci sarà una lista del Megafono, come cinque anni fa?
“Cinque anni fa la lista del Megafono non fu una rottura col Pd, quella lista venne presentata perché ce la chiese Bersani. Le valutazioni si faranno insieme”.

Insomma, non si espone, ma in questa fase non esclude nulla.
“In tutta questa vicenda mi pare di avere dimostrato senso di responsabilità, senso di unità e di rispetto del partito”.

Ieri Musumeci ha incontrato i rettori siciliani, ma Micari era assente. Pensa che dovrebbe fare un passo indietro?
”È l’università a scegliere il suo rettore, l’istituzione università era comunque presente, ci sta che a distanza ravvicinata dal voto lui non sia intervenuto. Però non era la prima volta che un rettore non fosse presente, anche a me è capitato da presidente della Regione, non ne farei un casus belli”.

A proposito del nuovo governo, sembra che abbia ereditato una situazione disastrosa.
“Sono fesserie. Se loro vogliono aumentare la spesa pubblica, è evidente che devono dire che non ci sono soldi. Se si pensa di potere fare una politica espansiva, è evidente che non ci sono i margini. Il mio governo ha ristrutturato il debito, non c’è stato alcun aumento dell’indebitamento. Noi ce l’abbiamo fatta, se loro pensano di non farcela, evidentemente hanno in mente una gestione più allegra. Poi se hanno problemi a fare il bilancio, attenzione, in una settimana possiamo farglielo noi. Si attengano alle entrate che hanno. Se vogliono aumentare la spesa, devono prima incrementare le entrate. I margini ci sono, dal patto per il Sud, fino ai fondi europei”.

Mattarella in visita a Catania, inaugurazione del viale intitolato a Ciampi

Mattarella in visita a Catania, inaugurazione del viale intitolato a Ciampi

Visita oggi del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel quartiere di Librino a Catania, dove ha preso parte all’inaugurazione di viale Carlo Azeglio Ciampi. Alla cerimonia hanno partecipato anche il figlio dell’ex Capo dello Stato, Claudio Ciampi, il governatore della ...
Leggi Tutto
Spari contro centro ricreativo africano a Vittoria, indagano i Carabinieri

Spari contro centro ricreativo africano a Vittoria, indagano i Carabinieri

Sparati contro un centro ricreativo di persone nordafricane in via Senia a Vittoria, nel Ragusano, quattro colpi di pistola. Ad intervenire i Carabinieri, che stanno ascoltando alcuni testimoni. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, i colpi sarebbero stati sparati ...
Leggi Tutto
Senza né acqua né cibo, guardie zoofile Oipa salvano 10 cani in una villa a Mondello

Senza né acqua né cibo, guardie zoofile Oipa salvano 10 cani in una villa a Mondello

Dieci cani completamente abbandonati a se stessi, sporchi, senza né acqua né cibo e con evidenti ferite sanguinanti, sono stati trovati all’interno di una villa dismessa, costretti a vivere tra le loro feci, diversi rottami e senza un riparo, a ...
Leggi Tutto
Lezioni di cicloturismo, appuntamento il 19 gennaio con Ciclabili Siciliane

Lezioni di cicloturismo, appuntamento il 19 gennaio con Ciclabili Siciliane

Lezioni di cicloturismo, per trasformare un’attività ludica in un’opportunità economica, con effetti benefici per tutto il territorio siciliano. A tenerle l’associazione Ciclabili Siciliane, giunta al terzo appuntamento - previsto il prossimo 19 gennaio, dalle ore 19 alle 21, presso il ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest