Castelvetrano, sede della Croce Rossa Italiana danneggiata da alcuni ignoti

Incursione di alcuni ignoti nella nuova sede della Croce Rossa Italiana di Castelvetrano, in un bene confiscato alla mafia: ingenti i danni trovati all’interno della struttura il giorno dell’Epifania. Divelte porte e finestre, portati via materiali per un valore di circa 10 mila euro, e danneggiato anche un mezzo utilizzato per le operazioni di soccorso durante le attività nel sociale.

Sul luogo è stato effettuato un sopralluogo dei Carabinieri, avvisati dal neo presidente della CRI di Castelvetrano, Giuseppe Cardinale. Tanta l’amarezza per quanto successo: “Un vile gesto contro chi si spende ogni giorno per il nostro territorio. Siamo amareggiati dell’accaduto ma niente – si legge nella pagina Facebook della Croce Rossa Italiana in questione – ci fermerà dal portare avanti i nostri principi e le attività per la collettività”.


Widget not in any sidebars