Creata la prima pelle sintetica completa di follicoli piliferi

Non è la prima volta che si ottiene una pelle sintetica, ma mai si era riusciti a replicare in pieno quella naturale. Alcuni ricercatori dell’Università dell’Indiana, guidati da Karl Koehler, sembrano questa volta esserci riusciti: a partire da alcune cellule staminali di topo avrebbe coltivato, infatti, la prima pelle biotech con follicoli piliferi, che ben si presta alla sperimentazione dei farmaci e allo studio dei meccanismi che regolano la crescita dei capelli. Tutto ciò evitando molti test sugli animali. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Cell Reports.

La creazione di questa prima pelle sintetica è accaduta un po’ per caso. Gli studiosi stavano facendo un altro esperimento che puntava a coltivare in provetta l’orecchio interno, utilizzando cellule di topo riprogrammate e trasformate in staminali pluripotenti, quando hanno notato che insieme al tessuto desiderato erano nate anche cellule della pelle. Ed è così che a quel punto la ricerca ha preso un’altra direzione, puntando l’attenzione su quest’ultime. Il risultato è stato una pelle sintetica completa sia degli strati superiori, l’epidermide, che si quelli inferiori, il derma, sviluppati insieme in un processo nel quale avviene anche la formazione dei follicoli piliferi.


Widget not in any sidebars