Centro studi Borsellino nella via in cui Riina visse da latitante

Sarà inaugurata domani, in un bene confiscato alla mafia, la nuova sede del centro studi Paolo Borsellino, la ‘Casa della memoria operante’. La struttura sarà ospitata in un immobile in via Bernini 52, a Palermo. Si tratta della stessa via in cui si trova la casa che ospitò la latitanza di Totò Riina, che oggi ospita una caserma dei carabiniere.

Domani alle 11 è in programma la cerimonia di apertura alla presenza di Rita Borsellino, sorella del giudice antimafia ucciso nella strage di via D’Amelio il 19 luglio del 1992, e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Durante la cerimonia saranno eseguiti canti e letture all’aperto a cura dei ‘Picciotti della Lapa Teatro Ditirammu’ e ‘Bibliolapa del Centro Studi Paolo Borsellino’.