Ars, il M5S dopo l’approvazione del ddl: “Questa maggioranza non esiste, calpesta la democrazia” – IL VIDEO

Il Movimento 5 stelle attacca a testa bassa dopo il voto all’Ars sul disegno di legge sull’esercizio provvisorio, approvato grazie a un’interpretazione del presidente Gianfranco Micciché sul numero legale.

Il capogruppo del Movimento, Valentina Zafarana, assieme al vicepresidente dell’Ars Giancarlo Cancelleri e al capogruppo del Pd, Giuseppe Lupo, hanno dato vita ad una conferenza stampa improvvisata a chiusura dell’Aula per denunciare il “vergognoso comportamento” del presidente dell’Ars.

“Chiederemo – ha detto Valentina Zafarana – la convocazione della commissione regolamento per esaminare il caso che, a quello che ci risulta, non ha precedenti nella storia dell’assemblea. La prima legge di questa legislatura è andata in porto col trucco. Peggio di così l’era Musumeci non poteva cominciare”.

“Non si è mai visto – ha detto Cancelleri – che la presenza in aula venga determinata dal numero dei tesserini, è sempre stata calcolata dal numero dei voti, tanto è vero che quando si effettua la verifica del numero legale si chiede di votare con uno dei tre tasti: il rosso, il verde o il bianco. Dopo il voto, Musumeci se ne è andato con la testa bassa e la coda fra le gambe per quello che aveva combinato Miccichè. Quello che è successo è inaccettabile e oltretutto ha coperto il vero dato politico: non c’è un maggioranza. Oggi è stata calpestata la democrazia“.

È appena successa in aula una cosa gravissima! Ecco cosa:

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Sicilia su Venerdì 29 dicembre 2017