Musumeci ‘si prende’ le deleghe di Figuccia: “Nessuna crisi politica” (video)

Non c’è nessuna crisi politica. Le dimissioni non sono elemento di grande novità”. A sentire Nello Musumeci sembra quasi che l’uscita dalla giunta regionale di Vincenzo Figuccia sia un fatto di poca rilevanza. Il governatore ha avocato a sé la delega, mentre, per quel che riguarda la compattezza della coalizione, Musumeci annuncia che l’Udc “ha confermato fiducia alla maggioranza”.

I toni utilizzati dal governatore durante il tradizionale incontro con i giornalisti della stampa parlamentare per lo scambio degli auguri di fine anno sono pacati. Musumeci prova a contenere le polemiche e blandisce Figuccia: “Bisogna avere rispetto – dice – Figuccia ha deciso, con una lettera densa di umanità, di lasciare il ruolo di assessore. Questo dispiace a tutti noi, dobbiamo rispettare questa scelta”. Sul nome di chi sostituirà Figuccia non si sbilancia e chiude lapidario: “Vi farò sapere quando sarà sostituito. Punto e basta”.

Insomma, Musumeci tenta di frenare le polemiche derivate dall’uscita di Gianfranco Micciché sul tetto stipendi all’Ars da 240 mila euro per i dirigenti e sulle conseguenti reazioni a catena che hanno portato alle dimissioni di Figuccia. Messo alle strette dalle domande dei cronisti, però, il governatore ha dovuto prendere posizione: “In una situazione di grave crisi economica – ha dichiarato – gli stipendi già dignitosi non devono essere aumentati”.

Resta da chiedersi cosa ne pensa Micciché. Nel frattempo, dopo l’incontro con i cronisti, Musumeci ha convocato una riunione di giunta. I componenti dell’esecutivo regionale dovrebbero incontrarsi anche domani, giorno in cui l’Ars si riunirà per discutere l’esercizio provvisorio.

(immagini di Miriam Di Peri)