M5s all’Ars: “Musumeci il Crocetta del centrodestra. Micciché è il vero governatore”

Il gruppo del Movimento 5 Stelle all’Ars punta il dito contro il governo regionale e contro il Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci dopo le dimissioni di Vincenzo Figuccia dalla carica di assessore all’Energia: “Musumeci? Sempre più il Crocetta del centrodestra – è il commento dei pentastellati – Far rimpiangere il disastrato governo del suo predecessore sembrava una missione impossibile, ma lui è sulla buona strada. Il presidente della Regione ha messo su una maggioranza rissosa e un esecutivo di incompetenti. Quando Figuccia si è reso conto dove si trovava – prosegue la nota – se l’è data a gambe levate“.

Le dimissioni di Figuccia sono arrivate in forte polemica con i partiti della maggioranza. “Non ci voleva certo la palla di vetro – afferma la capogruppo cinquestelle, Valentina Zafarana – per prevedere una maggioranza rissosa, ma quanto accaduto supera anche le nostre peggiori aspettative. La fuga di Figuccia dal governo non è veloce, è da guinness dei primati“.

“Le prima battute di questo esecutivo – prosegue la Zafarana – sono veramente disastrose: prima la vergognosa uscita di Micciché sugli stipendi dell’Ars, ora la fuga del primo assessore, che va via sbattendo la porta. Per i siciliani si prevedono giorni terribili. Dopo 52 giorni dalle elezioni, sul piatto, per risolvere i problemi della Sicilia, non c’è nulla. Dov’è Musumeci, qui il vero presidente della Regione è Miccichè“,

Poi Zafarana specifica che il Movimento 5 stelle non lascerà passare i provvedimenti sulle retribuzioni senza opporsi fermamente “Sugli stipendi da favola dell’Ars – continua la Zafarana – sia chiaro che daremo grande battaglia. Chi vuole regalare buste da paga pesantissime, mentre fuori si fa la fame e il governo scopre un buco da 300 milioni che costringerà al blocco dei concorsi, dovrà metterci la faccia e dovrà assumersene tutte le responsabilità”.