Tribunale dei popoli, ferma condanna contro politiche UE e Italia su migranti

09.12.2017 (Mar Mediterraneo): RESCUE OPERATIONS © Grazia Bucca / StudioCamera / SOS MEDITERRANEE

Sentenza di pesante condanna da parte del Tribunale permanente dei Popoli, riunito a Palermo il 18-20 dicembre 2017, contro le politiche dell’Unione Europea sulle migrazioni e l’asilo che “costituiscono una negazione dei diritti fondamentali delle persone e del popolo migrante”. Negli stessi accordi tra Stati UE e Paesi Terzi, afferma il TPP, se ne disconosce e mortifica la dignità, definendoli “clandestini” e “illegali” e ritenendo “illegali” le attività di soccorso e di assistenza in mare.

La decisione degli Stati Europei di arretrare le unità navali di Frontex (Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera) e di Eunavfor Med (la forza navale UE per neutralizzare le consolidate rotte della tratta dei migranti nel Mediterraneo) ha contribuito all’estensione degli interventi della Guardia costiera libica in acque internazionali, che bloccano i migranti in viaggio verso l’Europa, compromettendone la loro vita e incolumità, li riportano nei centri libici, ove sarebbero fatti oggetto – a giudizio del TPP – di pratiche di estorsione economica, torture e trattamenti inumani e degradanti.

La giuria presieduta dal magistrato Giuseppe Ippolito, presidente di sezione della Corte di Cassazione, ha stigmatizzato le attività svolte in generale in territorio libico e in acque libiche e internazionali dalle forze di polizia e militari libiche, a seguito del Memorandum del 2 febbraio 2017 Italia-Libia, che configurerebbero, secondo il TPP, “nelle loro oggettive conseguenze di morte, deportazione, sparizione delle persone, imprigionamento arbitrario, tortura, stupro, riduzione in schiavitù, e in generale persecuzione contro il popolo dei migranti, un crimine contro l’umanità. La condotta dell’Italia e dei suoi rappresentanti, come prevista e attuata dal predetto Memorandum, integrerebbe concorso nelle azioni delle forze libiche ai danni dei migranti, in mare come sul territorio della Libia”.

Gravissime le conseguenze dell’allontanamento forzato delle navi delle ONG dal Mediterraneo, indotto anche dal “codice di condotta” imposto dal governo italiano, che ha indebolito significativamente le azioni di ricerca e soccorso dei migranti in mare e avrebbe contribuito ad aumentare quindi il numero delle vittime.

Tribunale Permanente dei Popoli

Il TPP ha convocato questa Sessione di Palermo sulla base di una richiesta di una straordinaria molteplicità di espressioni della società civile, attive in modo autonomo nel campo delle migrazioni in Italia. A partire dalla realtà di Palermo e delle altre espressioni siciliane più coinvolte nella “frontiera” meridionale, sono ben 95 le organizzazioni nazionali che si sono rivolte al TPP.

Dai fatti esaminati e dalle testimonianze ascoltate, si legge nella sentenza, “emerge la spoliazione progressiva dei diritti e della dignità delle persone che si manifesta lungo tutto il percorso migratorio, dalle condizioni nei luoghi d’origine, al viaggio, alla permanenza nei campi prima di cadere nelle mani di trafficanti, poi nel corso della traversata in mare. Chi viene respinto entra nell’inferno dei campi di detenzione legali o informali. Chi eventualmente arriva sul territorio italiano, termina in un hotspot, dove le sue possibilità di chiedere il riconoscimento dello status di rifugiato sono affidate al caso o alla fortuna”.

Non si può ignorare l’ipocrisia di affermare il diritto a lasciare il paese di origine e contestualmente negare quello di essere accolto dai paesi di destinazione.

Il Tribunale permanente dei Popoli, tra le sue raccomandazioni, invita il Parlamento Italiano ed il Parlamento Europeo a convocare urgentemente Commissioni d’inchiesta o indagine “sulle politiche migratorie, gli accordi ed il loro impatto sui diritti umani, nonché sull’uso e destinazione di fondi destinati alla cooperazione internazionale”.

Soccorso migranti in mare Sos Mediterranee
09.12.2017 (Mar Mediterraneo): RESCUE OPERATIONS © Grazia Bucca / StudioCamera / SOS MEDITERRANEE
Soccorso migranti in mare Sos Mediterranee
Soccorso migranti in mare Sos Mediterranee
09.12.2017 (Mar Mediterraneo): RESCUE OPERATIONS © Grazia Bucca / StudioCamera / SOS MEDITERRANEE
Soccorso migranti in mare Sos Mediterranee
Soccorso migranti in mare Sos Mediterranee
09.12.2017 (Mar Mediterraneo): RESCUE OPERATIONS © Grazia Bucca / StudioCamera / SOS MEDITERRANEE
Soccorso migranti in mare Sos Mediterranee
Soccorso in mare migranti Sos Mediterranee
09.12.2017 (Mar Mediterraneo): RESCUE OPERATIONS © Grazia Bucca / StudioCamera / SOS MEDITERRANEE
Soccorso in mare migranti Sos Mediterranee
09.12.2017 (Mar Mediterraneo): RESCUE OPERATIONS © Grazia Bucca / StudioCamera / SOS MEDITERRANEE
Tribunale Permanente dei Popoli riunito a Palermo
18.12.2017 - Sessione del Tribunale Permanente dei Popoli a Palermo © Grazia Bucca / StudioCamera
Tribunale Permanente dei Popoli riunito a Palermo

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto

Dario Fidora

Direttore editoriale