Cassazione, assolto il borseggiatore contro cui l’Amat aveva affisso dei manifesti

Assolto in via definitiva dalla Cassazione, Salvatore Romeo, 24 anni, contro cui l’Amat, qualche mese fa, aveva deciso di sistemare su una trentina di autobus dei manifesti con la sua faccia, descrivendolo come borseggiatore seriale. E questo dopo che il giovane era stato arrestato su un 101 per un presunto borseggio ai danni di due turiste e si era poi vantato in rete di essere già tornato libero l’indomani.

L’assoluzione – riporta il Giornale di Sicilia riguarda due borseggi, uno tentato e l’altro consumato, avvenuti sempre su un bus ma il 18 febbraio del 2015. Assolto anche un presunto complice, Salvatore Paternostro di 32 anni. All’epoca dei fatti, i due erano stati arrestati in flagranza di reato. Accogliendo le tesi dei loro difensori, la Suprema Corte ha deciso di annullare senza rinvio le condanne che erano state loro inflitte sia in primo che in secondo grado.