Muos, quattro imputati chiedono il rito abbreviato

Quattro dei sette imputati accusati di abusivismo edilizio e violazione della legge ambientale per la costruzione del Muos (Mobile User Objective System) a Niscemi, in provincia di Caltanissetta, hanno chiesto il rito abbreviato. Si tratta dell’ex dirigente dell’assessorato regionale Territorio e ambiente Giovanni Arnone, del presidente della Gemmo Spa Mauro Gemmo, di Concetta Valenti, titolare della Calcestruzzi Piazza Srl, e di Carmelo Puglisi, titolare della Pb Costruzioni.

Restano al rito ordinario Adriana Parisi della Lageco, il direttore dei lavori Giuseppe Leonardi e l’imprenditrice Maria Rita Condorello della Cr Impianti srl. Per entrambi i procedimenti la prossima udienza è fissata per il 7 febbraio del 2018, mentre il 23 febbraio sarà pronunciata la sentenza.