L’ira di Cracolici: “Vergogna, patto tra traditori e traditi”

La spaccatura appare ogni giorno più insanabile in casa Pd. L’elezione di Peppino Lupo nella veste di capogruppo in casa dem è destinata ad allontanare ancora di più le due anime del partito. Esclusi gli assenti Barbagallo e Arancio, dei 9 presenti al momento del voto in tre hanno scelto di non votare: Cracolici, Lantieri e Cafeo.

Ma ecco che quando la notizia si è appena diffusa in sala stampa, sul proprio profilo facebook è Antonello Cracolici a sfogare la rabbia: “Dopo la grave spaccatura sull’elezione del presidente dell’Ars – scrive -, il gruppo Pd sceglie il capogruppo con 6 votanti su 11. La spaccatura si fa più profonda. Lupo, che qualche giorno fa aveva denunciato di tradimento i ‘franchi tiratori’, viene adesso votato da coloro che tutti gli indizi hanno evidenziato essere stati tali. Un patto tra ‘traditori’ e ‘traditi’ senza che alcuna spiegazione sia stata data. Adesso lo dico io: vergogna! Il Pd si appresta a vivere una fase difficilissima“.