I social rendono tristi le persone, l’autocritica di Facebook

Dopo le dichiarazioni di diversi ex manager di Facebook, arrivano critiche e accuse direttamente dall’interno della piattaforma. Secondo i ricercatori, infatti, usare i social network in maniera passiva renderebbe le persone tristi.

Un post ufficiale di David Ginsberg, autore della ricerca, e Moira Burke, ricercatrice di Facebook, spiega come il social network targato Mark Zuckerberg possa influenzare negativamente le menti delle persone.

“Sono domande cruciali per la Silicon Valley. Come genitori, ognuno di noi si preoccupa – scrivono Ginsberg e Moira – del tempo di visualizzazione dei nostri figli e di cosa significherà ‘connessione’ tra 15 anni. Ci preoccupiamo di passare troppo tempo sui nostri telefoni quando dovremmo prestare attenzione alle nostre famiglie”.

L’ex presidente di Facebook, Sean Parker, durante un evento ha invece dichiarato: “Il social ha sfruttato le vulnerabilità della psicologia umana“.


Widget not in any sidebars