Parlamento europeo, sì a lotta riciclaggio. Ignazio Corrao, M5S: “Impresentabili fuori dalla politica”

Il conto alla rovescia è ormai iniziato, tra meno di 48 ore prenderà il via ufficialmente la diciassettesima legislatura dell’Assemblea Regionale Siciliana con l’insediamento dei 70 deputati eletti. Ma tra i corridoi del Palazzo non sono in pochi a concedersi qualche minuti di frivolezza, interrogandosi sull’outfit più appropriato o sulla scelta dell’accessorio giusto per l’occasione, torna il tormentone della campagna elettorale sugli impresentabili e le liste pulite. È l’eurodeputato Cinque Stelle, Ignazio Corrao, a commentare il voto favorevole della Commissione Libertà Civili, Giustizia e Affari Interni del Parlamento europeo al rapporto sulla lotta al riciclaggio.

“Il Parlamento europeo – dice Corrao – ha approvato la nostra proposta sulla lotta al riciclaggio. Il rapporto prevede il divieto di candidarsi alle cariche elettive per i condannati per riciclaggio. Alle prossime elezioni vogliamo liste pulite. Grazie a noi finalmente si fa sul serio nella lotta alla criminalità organizzata. Gli impresentabili devono stare fuori dalla politica”.

Corrao sottolinea come si siano applicati “alla lettera gli insegnamenti di Giovanni Falcone che diceva: segui i soldi e troverai la criminalità organizzata. Il provvedimento è particolarmente importante per facilitare la cooperazione penale in Europa e contrastare le attività transfrontaliere delle organizzazioni criminali. Inoltre, si estende la confisca ai familiari dei criminali che sono deceduti nel corso del processo per assicurare che gli eredi non possano godere dei proventi dei reati”.

“Solo combattendo i furbetti e i corrotti – sottolinea ancora l’europarlamentare pentastellato – possiamo ridare forza alla nostra economia. Il Movimento 5 Stelle ha a cuore il futuro delle piccole e medie imprese come dimostra il rally per il governo del Paese del nostro candidato premier Luigi Di Maio”.

Ma se Strasburgo approva la proposta targata Cinque Stelle sul divieto di candidatura per i condannati per riciclaggio, intanto il Movimento deve fare i conti con un rientro all’Ars dal retrogusto amaro, considerato che non sarà Giancarlo Cancelleri a sedere tra i banchi del governo, ma Nello Musumeci. I deputati pentastellati, però, non si smentiscono. E in linea con la condotta dell’intera campagna elettorale annunciano che i 20 eletti a Sala d’Ercole, insieme a familiari, amici e simpatizzanti del Movimento, daranno vita ad una passeggiata che si snoderà lungo corso Vittorio Emanuele fino a piazza del Parlamento, con partenza dai Quattro Canti. L’appuntamento è previsto per le ore 8,30, direzione Assemblea Regionale, insieme ai cittadini che li hanno eletti.