Agrigento, notaio truffa 2000 clienti

Avrebbe truffato 2000 clienti dal 2012 al 2017. La Guardia di Finanza di Sciacca ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di conti correnti bancari e fondi di risparmio intestati al notaio Filippo Palermo, di 53 anni, del distretto Agrigento-Sciacca, accusato di truffa.

Secondo l’accusa il notaio, tra il 2012 e il 2017, avrebbe truffato circa 2000 clienti, emettendo fatture con due voci. La prima voce era inerente l’onorario professionale soggetto a tassazione, e sarebbe risultato sempre di basso importo; la seconda voce, invece, era relativa agli importi esclusa la base imponibile, trattenuti a nome e per conto del cliente, delle imposte da versare all’Erario, tasse notarili ed eventuali ulteriori costi sostenuti.

Secondo quanto è emerso dalle indagini, la somma che il notaio si faceva consegnare dai clienti era notevolmente superiore alle imposte che avrebbe dovuto versare al fisco.


Widget not in any sidebars