Suonare Micciché

La presidenza dell’Ars sembra già avere un padrone.”Negli ultimi anni non ci sono stato. Diciamo che l’ho dato in affitto, mi hanno tenuto il posto…”

Lui non rilascia ancora dichiarazioni. Si riserva il silenzio stampa fino al momento dell’elezione alla massima poltrona di una Sala d’Ercole tirata a lucido. Eppure, tra i corridoi di Palazzo dei Normanni, il Miccishow è già partito. È lui, Gianfranco Micciché, il commissario forzista in pole per l’elezione alla presidenza dell’Assemblea regionale nella diciassettesima legislatura, il mattatore assoluto tra i corridoi del palazzo. Una sorta di ritorno del re che fa sbiadire gli altri attori della politica regionale, giunti come lui nella più antica residenza d’Europa per le foto ufficiali e altri adempimenti di rito in attesa della cerimonia di insediamento che si terrà il prossimo 15 dicembre.
Il silenzio nell’atrio del Palazzo fa specie, a chi è abituato all’incessante suono della campanella di Sala d’Ercole, che resta in segnale di allerta per avvisare gli assenti che c’è una seduta in corso. Poi non si verifica quasi mai che i deputati siano tutti contemporaneamente presenti in Aula, per cui quel suono accompagna incessantemente le ore scandite tra i corridoi del Palazzo.
Uscendo nel loggiato che si affaccia sull’atrio, a precedere Micciché è una coorte di funzionari del palazzo, colleghi, simpatizzanti, accorsi per dare il benvenuto al deputato rientrato dopo lungo tempo all’Assemblea.
Lui ha già il piglio del padrone di casa, ma quando glielo si fa notare minimizza: “Io? Non ci sono stato negli ultimi anni”. Poi sorride. “Diciamo che l’ho affittato, mi hanno tenuto il posto”.
Tra i corridoi di Palazzo dei Normanni il clima è quello da primo giorno di scuola. C’è il prezioso Rosario, commesso dell’Ars diventato negli anni punto di riferimento tra gli addetti ai lavori del piano parlamentare, dalla sala stampa fino agli uffici del consiglio di presidenza. Ci sono i sorrisi di Lilli e delle altre commesse del Palazzo, conoscitrici di ogni ingranaggio che fa muovere quell’orologio complesso che è l’Assemblea. Ci sono gli addetti alla bouvette che si sforzano, dopo la pausa, di ricordare le abitudini dei clienti, dall’acqua frizzante allo zucchero di canna.
E c’è il primo degli sconfitti, Giancarlo Cancelleri, che – smaltita la botta – torna tra i corridoi da deputato insieme agli altri 19 colleghi che con lui formeranno il gruppo più numeroso all’Assemblea. Fanno le foto di rito, giù in cortile. Sembra proprio un anticipo del primo giorno di scuola. Aspettando l’esordio ufficiale, che porterà anche all’attesa elezione del diciassettesimo presidente dell’Assemblea Regionale.

Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto
Marianna Caronia ed Ernesto Basile

Museo Basile e Liberty. ARS approva primi fondi per progettazione

Acquista concretezza l'idea di realizzare a Palermo un museo del Liberty e dell'opera di Ernesto Basile. Con un emendamento approvato questa notte dalla commissione bilancio su proposta di Marianna Caronia è stato infatti stanziata la somma di 45000 euro per ...
Leggi Tutto