De Luca querelato: il giudice gli chiede mezzo milione di euro

Il procuratore Barbaro porta in giudizio il deputato e i suoi avvocati. La replica sui social: “Eppure ammette l’assunzione di suo figlio al Ciapi…”

Non finiscono i guai giudiziari per Cateno De Luca, adesso querelato dal Procuratore Generale di Messina, Vincenzo Barbaro. Una querela in sede civile per 500 mila euro, secondo quanto diffuso in una nota dai legali dello stesso De Luca, per le frasi del neo deputato regionali riguardanti le attività lavorative del figlio del PG.

I legali di De Luca, anche’essi raggiunti dalla querela, preannunciano “denunzia per calunnia contro Barbaro avendoci accusati di istigazione e rafforzamento dei propositi criminosi di De Luca, mentre la difesa è stata sempre ossequiosa di ogni regola giuridica e deontologica. Chiediamo, a tutela prerogative della difesa, l’intervento dell’Ordine degli avvocati”.

Intanto Cateno De Luca, come sua abitudine, si scatena sui social. “Il dottor Vincenzo Barbaro ha chiesto in sede civile (chissà perché non agisce anche in sede penale !!!) 500 mila euro di risarcimento danni pur ammettendo che suo figlio effettivamente era stato assunto nel 2001 nella formazione professionale e poi nel 2012 nell’ente regionale CIAPI”, si legge in un primo post. “Egli afferma che suo figlio non è stato assunto per intermediazione della politica ma … per virtù dello Spirito Santo! Mi chiedo allora: come si entrava negli enti di formazione regionale? Signor procuratore,Barbaro, noi aspettiamo da anni che lei risponda a domande molto più serie e quando vuole io sono sempre a sua disposizione per un bel dibattito pubblico, sempre se nel frattempo mi lascia a piede libero!”.

Poi, in un secondo post su Facebook, rincara la dose: “Grazie procuratore generale delle Repubblica di Messina Vincenzo Barbaro per aver ammesso che suo figlio è stato assunto a soli 23 anni nella formazione professionale per chiamata diretta nel lontano 2000. Chiedersi perché proprio suo figlio abbia avuto questa grande fortuna e gli altri giovani disoccupati invece no… credo che sia legittimo in considerazione che lei non è un contadino come mio padre”. 

IL PROCURATORE GENERALE DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI MESSINA CI HA QUERELATO …Il dottor Vincenzo Barbaro ha…

Pubblicato da Cateno De Luca su Martedì 5 dicembre 2017

NELLA VITA PRIMA DI ESSERE QUALCOSA PER LA SOCIETÀ BISOGNA ESSERE QUALCUNO …Grazie procuratore generale delle repubblica di Messina Vincenzo Barbaro per aver ammesso che suo figlio è stato assunto a soli 23 anni nella formazione professionale per chiamata diretta nel lontano 2000.Chiedersi perché proprio suo figlio abbia avuto questa grande fortuna e gli altri giovani disoccupati invece no … credo che sia legittimo in considerazione che lei non è un contadino come mio padre …Prego tutti i miei amici non solo di condividere ma di procedere alla massima diffusione del presente post LIBERIAMO LA CITTÀ DI MESSINA DA CHI STRUMENTALIZZA IL PROPRIO RUOLO ISTITUZIONALE PER FINALITÀ PERSONALI E FAMILIARI

Pubblicato da Cateno De Luca su Mercoledì 6 dicembre 2017

malinconia, donna in riva al mare

Assostampa: “Trattare le notizie di suicidi con responsabilità ed evitando sensazionalismi”

Assostampa Trapani ha rivolto un appello ai colleghi giornalisti, affinché le notizie riguardanti i casi di suicidio vengano a trattate con responsabilità ed evitando i sensazionalismi. Il richiamo arriva in seguito al suicidio di una giovane di Marsala e di ...
Leggi Tutto

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto