Burocrazia, Armao: “Tempi certi o mi dimetto”

Gaetano Armao conferma e rilancia: c’è un patto già siglato e sottoscritto tra le parti, tra la nuova amministrazione regionale e Confindustria. “Se entro un anno – dice al Gazzettino di Sicilia – non riusciremo a raddoppiare il numero delle procedure legate al mondo imprenditoriale, che troppo spesso resta imbrigliato tra le maglie della burocrazia, sono pronto a dimettermi”.

Il patto è stato siglato tra Confindustria, l’assessorato all’Economia, quello alla Funzione pubblica, quello alle Attività produttive e quello al Territorio e Ambiente.

“Bisogna creare – sottolinea ancora Armao – un meccanismo di sanzioni e premialità con l’obiettivo di una drastica riduzione dei tempi. Se non raddoppiamo il numero dei procedimenti, occorrerà prenderne atto e trarne le dovute conseguenze”.

Intanto Armao questa mattina è volato a Roma, dove nel pomeriggio incontrerà il ragioniere generale dello Stato “per individuare – ammette – come uscire da questo disastro. I numeri parlano da soli”.

E se Baccei ha replicato a distanza ad Armao ironizzando sulla possibilità di regalargli un pallottoliere, il titolare dell’assessorato di via Notarbartolo non sembra avere alcuna intenzione di rispondere al suo predecessore.

Resta però il tema del bilancio consuntivo, che l’Assemblea Regionale avrebbe dovuto approvare entro lo scorso 30 settembre. E che al momento non consente alcun tipo di manovra, bloccando – di fatto – tutti i rapporti contrattuali con la Regione. Compresi gli esterni che ciascun assessore chiamerà a lavorare negli uffici di diretta collaborazione. Ma senza l’avvio dell’attività parlamentare e l’approvazione del consuntivo resta tutto fermo. In attesa che dopo l’elezione di Gianfranco Micciché alla massima poltrona di Palazzo dei Normanni la legislatura possa insomma partire davvero.

malinconia, donna in riva al mare

Assostampa: “Trattare le notizie di suicidi con responsabilità ed evitando sensazionalismi”

Assostampa Trapani ha rivolto un appello ai colleghi giornalisti, affinché le notizie riguardanti i casi di suicidio vengano a trattate con responsabilità ed evitando i sensazionalismi. Il richiamo arriva in seguito al suicidio di una giovane di Marsala e di ...
Leggi Tutto

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto