Attenti al Lupo

“Il Palazzo in questi anni ha aumentato il numero dei visitatori, abbiamo anche realizzato queste due serate molto partecipate, le Notti Reali, con oltre 20mila visitatori. Penso che sia stato anche un segnale importante, di apertura, per testimoniare l’apertura delle Istituzioni nei confronti dei cittadini. Questo Palazzo è anche la casa di tutti i siciliani”. Anche Giuseppe Lupo, come Giovanni Ardizzone, nel giorno del debutto dei deputati tra i corridoi di Palazzo dei Normanni, traccia un bilancio di quanto fatto nella scorsa legislatura dalla Fondazione Federico II.
Ma il palazzo appare in fondo quasi una metafora della scorsa legislatura. Esiste il rischio che adesso la politica torni a chiudersi in se stessa? “Come Pd – sottolinea Lupo – faremo di tutto affinché l’azione politica portata avanti dal Pd all’interno dell’Assemblea regionale siciliana possa garantire il massimo della trasparenza e della partecipazione da parte dei cittadini. La democrazia non si esercita soltanto una volta ogni cinque anni quando si va a votare, ma la vera democrazia è quella partecipata ed è compito dei gruppi parlamentari, dei partiti, favorire un rapporto costante con gli elettori. Penso che questo sarà anche l’impegno del gruppo Pd all’Ars”.
Al Pd adesso tocca però guardarsi allo specchio, in direzione regionale. “Serve una analisi attenta delle ragioni della sconfitta elettorale, per rilanciare le azioni del partito in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Anche per realizzare il massimo impegno all’interno dell’Assemblea, andando incontro alle esigenze della Sicilia. Mi auguro che questa possa essere una legislatura di rilancio, di crescita economica, di investimenti produttivi, perché la scorsa legislatura ne ha creato tutte le premesse. È stata una legislatura fondamentalmente di risanamento, adesso bisogna avviare una fase 2, che è quella dello sviluppo”.
Giuseppe Lupo è stato segretario regionale in casa dem per lungo tempo, se si fosse trovato nei panni di Raciti, ne avrebbe tratto le conseguenze dopo la sconfitta elettorale? “Io credo che in questo momento sia utile parlarsi, confrontarsi e farlo tutti insieme all’interno del partito. Fare un’analisi attenta delle ragioni della sconfitta e solo dopo trarne le conseguenze. Io non ho chiesto le dimissioni del segretario regionale, ma credo che sia altrettanto sbagliato far finta che nulla sia accaduto o che tutto sia andato bene. Non è così, non è vero, le elezioni le abbiamo perse ed è giusto che si faccia un’analisi attenta delle ragioni della sconfitta. Il mandato congressuale di Raciti è sostanzialmente concluso, i quattro anni sono quasi terminati, lo statuto regionale prevede che quanto prima si debbano avviare le procedure per la convocazione del nuovo congresso”.

Giuliana Puma, premiata a Palazzo Mazzarino

“Il cavaliere e la morte” vince il concorso 100 libri per una scuola, premiata Giuliana Puma del liceo Garibaldi di Palermo

"100 libri per una scuola" è il concorso riservato agli studenti medi superiori delle città di "Panorama d’Italia", il tour organizzato dal settimanale Panorama di Mondadori sulle realtà imprenditoriali vincenti del territorio, per incontrare le persone e dialogare con loro ...
Leggi Tutto
A tinte forti, Parco delle Madonie

“Quattro donne”. A Villa Sgadari, Petralia Soprana, presentazione del libro di Carla Garofalo

Petralia Soprana - Nella favolosa settecentesca Villa Sgadari, sabato 20 ottobre 2018, alle 17.30, si presenterà il libro "Quattro donne” di Carla Garofalo, Qanat Edizioni ed arti visive. Converseranno con l'autrice, la giornalista Maria Giambruno e la scrittrice Mari Albanese ...
Leggi Tutto
Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto