Ex Fiat Termini Imerese, Mastrosimone (Fiom): “Reindustrializzazione troppo lenta”

“La conclusione positiva della reindustrializzazione nell’area ex Fiat di Termini Imerese sarebbe un fatto emblematico. Ma oggi si sta procedendo troppo a rilento“. Queste le parole di Roberto Mastrosimone, numero uno della Fiom in Sicilia, intervenuto all’attivo regionale dei metalmeccanici della Cgil. Nell’indicare le priorità del settore sulle quali il sindacato si aspetta una nuova politica rispetto al passato da parte del governo regionale guidato da Nello Musumeci, Mastrosimone ha fatto appunto riferimento alla situazione di lento riavviamento del polo industriale.

Il segretario dei metalmeccanici siciliani ha indicato quale deve essere la strada che l’esecutivo siciliano dovrà percorrere nel settore: rimettere al centro dell’azione di governo le politiche industriali è la richiesta che la Fiom, insieme alla Cgil, rivolta al neo Presidente della Regione: “Una grande regione come la Sicilia– ha detto Mastrosimone – non può fare a meno dell’industria metalmeccanica. Al governo regionale chiediamo di dare un segno di discontinuità rispetto all’esecutivo che lo ha preceduto. Ci vogliono investimenti pubblici –ha aggiunto- utilizzando anche le risorse europee per rilanciare un’industria innovativa ed ecocompatibile e assieme ammortizzatori sociali per tutelare i lavoratori dei siti produttivi in crisi”