Rischio di infarto maggiore per chi diventa calvo troppo presto

Calvizie e brizzolatura precoci potrebbero essere un campanello d’allarme per il cuore degli uomini. A rivelarlo uno studio, presentato all’ultima Conferenza Annuale of the Cardiological Society of india (CSI) a Kokata, durante il quale sono stati presi in esame 790 uomini under 40 reduci da infarto e altri 1.270 coetanei ma sani.

Stando ai risultati della ricerca, nei quasi quarantenni la perdita di capelli prima del tempo (come anche la comparsa di chioma ingrigita) si collegherebbe a un rischio di infarto 5 volte maggiore. Per questo chi si riconosce in questo profilo – come spiega l’autore principale del lavoro, Dhammdeep Humane del Mehta Institute of Cardiology and Research Centre a Ahmedabad – dovrebbe sottoporsi ad esami cardiovascolari periodici e seguire precise raccomandazioni sui corretti stili di vita da adottare per ridurre il rischio di problemi al cuore.

Calvizie e incanutimento precoci potrebbero essere il riflesso di un’azione eccessiva degli ormoni maschili, gli androgeni, che in altre ricerche sono stati associati proprio a rischio cardiovascolare.


Widget not in any sidebars