Stress natalizio? Cinque consigli per affrontare al meglio il Natale

Si augura spesso un “sereno Natale“, ma in realtà la festività è spesso fonte di elevato stress, tra regali da acquistare, cene da organizzare e parenti da ospitare anche se non si vuole.

Ecco arrivare cinque consigli utili dello psicologo Salvatore Mazzaglia per trascorrere un Natale davvero sereno.

Per prima cosa bisogna puntare tutto sulla semplicità. Non c’è bisogno di fare tutto alla perfezione, bisogna piuttosto puntare sul tempo da trascorrere con i propri cari, anche nella preparazione delle serate o per andare a fare acquisti, in modo da godersi appieno quello che si fa.

Seconda regola è rifiutare le cose che non fanno stare bene. Le cose che non si ha proprio voglia di fare devono essere evitate, anche se magari è meglio comunque mettersi alla prova ogni tanto. Evitare sistematicamente le situazioni ansiogene rischia di ridurre i propri contatti sociali.

Terzo regola è risolvere le questioni in sospeso. Tensioni  nei rapporti familiari o tra amici sono fonte di ansia. Non voler incontrare alcune persone o, peggio, fare gli ipocriti nonostante ci siano malumori, non ha buone conseguente sullo stato d’animo. Meglio risolvere le questioni in sospeso prima dell’arrivo delle feste.

Quarta regola è concentrarsi sul presente, su quanto di bello e positivo ci circonda, e su quello che è possibile fare in questo momento, in modo da ridurre lo stress.

Infine, ansia e stress hanno una forte componente fisiologica, che è caratterizzata dall’accelerazione del battito cardiaco e della frequenza respiratoria. Per combatterle, quindi, può essere utile eseguire giornalmente dei piccoli esercizi di respirazione lenta e profonda, in modo da imparare a governare il proprio respiro nelle situazioni stressanti.