Bollette pagate, ma Amap taglia l’acqua: disagi per 23 famiglie a Palermo

Non pochi disagi questa mattina per 23 famiglie in un palazzo di via Trinacria a Palermo, svegliatesi con i rubinetti a secco. E questo perché l’Amap ha messo i sigilli al loro contatore, sostenendo che il condominio non avesse pagato la rata della bolletta.

Ma, secondo quanto sostenuto dai condomini, in realtà i conti sarebbero stati saldati. “Noi siamo con la coscienza a posto – dice l’amministratore del condominio Giacomo Oliva – e nei mesi scorsi avevo già inviato all’Amap, dopo le richieste dell’azienda, le ricevute dei pagamenti dei bonifici effettuati”. Infine: “Ora siamo in attesa che tolgano i sigilli. All’Amap mi hanno detto che si è trattato di un disguido informatico…”.