Ninni Terminelli e la sinistra unita: “L’esempio arriva dalle regionali”

“Intendiamo ricostruire la sinistra del Paese,  unita e alternativa al modello di centrosinistra di questi anni, con dentro tutto e il contrario di tutto, vedi Alfano“. Ha le idee chiare Ninni Terminelli, componente del comitato provinciale di Articolo 1-Mdp e presidente dell’associazione Sinistra delle idee, su ciò che dovrà essere il nuovo soggetto politico – che inizialmente nascerà come lista elettorale – che vedrà la luce il 3 dicembre, all’assemblea nazionale che si svolgerà a Roma. All’assise parteciperanno, oltre ad Art.1-Mdp, appunto, Sinistra Italiana e Possibile di Pippo Civati.

Ed è dalla Sicilia e da Palermo che, secondo Terminelli, la nuova sinistra deve prendere esempio: “L’idea è di dare vita a una sinistra che guarda a una alleanza tra le forze reali che compongono nel paese e nelle regioni quell’area, come è avvenuto con la candidatura di Claudio Fava alle regionali – dice l’ex consigliere comunale – Quell’esperienza è riuscita a connettere il mondo unitario della sinistra ottenendo un risultato decisamente positivo, con il reingresso della sinistra nelle istituzioni”. Poi l’analisi sul voto nel capoluogo del 5 novembre: “Sottolineo che a Palermo città la lista unitaria a ottenuto l’8,5 dei voti. Il Pd è arrivato al 9%”. La dimostrazione che c’è una fetta di elettorato che guarda con favore al nuovo progetto. Lo spazio ideale valoriale per una sinistra unita lo abbiamo già misurato ed è costituito da soggetti che hanno abbandonato la politica e i partiti, che non sarebbero andati a votare perché non si identificano nella politica di oggi”.

La piattaforma valoriale, insomma, è pronta: “Rivolgiamo lo sguardo al tema del lavoro, del resto Articolo 1 lo dice già nel suo nome – spiega Terminelli – Ci poniamo alcuni obiettivi immediati come il ripristino delle norme che erano previste dall’Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori e la cancellazione del Jobs act“. Un tema che sta particolarmente a cuore a Terminelli, quello dell’occupazione: “Siamo passati da una società che prevedeva il lavoro a tempo determinato che sostituiva quello a tempo indeterminato a una società del lavoro gratuito propedeutico alla precarietà”. E qui arriva la stoccata al segretario del Pd: “Occorre una forza che dica che il renzismo è il passato di questo Paese, che guardi a politiche che tornino a garantire i diritti delle persone al lavoro, alla casa, che si impegni per la tutela dell’ambiente, che si occupi del tema della scuola. Al centro del programma – conclude Terminelli – ci sarà ovviamente la lotta alla mafia e la tutela della legalità”.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto