Il Padrino, ultima parte – VIDEO

La morte di Totò Riina, il capo dei capi che ha utilizzato la televisione per tramandare anche dalle aule dei tribunali il suo concetto di mafia. Più di Luciano Liggio e meglio di Michele Greco. E dal piccolo schermo sono partite le testimonianze più efficaci di un mondo che muore con il re del corleonesi.

Totò Riina è morto oggi alle 3,37  nel reparto detenuti dell’ospedale di Parma dopo 24 anni di carcere al 41 bis. Il capo dei capi, l’uomo che ha guidato l’assalto allo Stato, il giustiziere di Giovanni Falcone e il nemico numero 1 di Nino Di Matteo, è il boss che ha segnato in maniera più eclatante la storia della mafia e la sua triste evoluzione soppiantando alla guisa di una purga etnica la generazione dei Greco e dei Bontade.

La mafia dei Corleonesi che prende tutto, la leggenda criminale di un uomo deciso ad imporre allo Stato la sua legge e le sue regole a suon di sangue e dinamite. Il punto più alto dell’aggressione al cuore dello Stato porta la sua firma, nell’epoca del suo regno le stragi di Capaci e via D’Amelio, le bombe di Roma e Firenze, la lunga scia di sangue che ha segnato la storia della Sicilia e dell’Italia negli anni ’90. Riina è stato il primo boss che ha saputo e voluto mandare i suoi messaggi di sfida, utilizzando i mezzi di comunicazione di massa in maniera chiara, netta e spregiudicata, come dimostrano le ore di filmati e le testimonianze video che hanno mandato in soffitta le pur eclatanti esternazioni di Luciano Liggio e Michele Greco, relegandole nel settore dell’antiquariato della mafia. Anche in questo, Totò u’ curtu è stato il capo dei capi.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto