Mazara, libici tentano sequestro di due pescherecci

Tentato sequestro di due pescherecci mazaresi, il Twenty three e il Twenty four delle società degli armatori Matteo, Enzo e Cosimo Asaro, stamane in acque internazionali. E questo da parte delle autorità libiche. Già in passato entrambe le imbarcazioni erano state sequestrate, ma da militari tunisini: la prima nel 2010 e la seconda nel 2012. Il rilascio in seguito al pagamento di una ammenda.

Il presidente del Distretto della pesca e della crescita blu, Giovanni Tumbiolo, rassicura: “Grazie alla grande professionalità ed efficienza della Marina militare italiana è stato mitigato l’enorme danno che i nostri pescatori subiscono quotidianamente nella guerra del pesce”.

(foto di repertorio)


Widget not in any sidebars