Anonymous, hackerati i server governativi italiani

Anonymous, il noto gruppo di attivisti hacker, nelle ultime ore hanno reso noti dati e documenti sensibili di forze dell’ordine, parlamento, esercito e marina italiana.

Sul blog ufficiale italiano degli Anonymous viene riportato il seguente messaggio: “Cittadini, siamo lieti di annunciarvi, per il diritto della democrazia e della dignità dei popoli, che siamo in possesso di una lista di dati personali relativi al Ministero dell’Interno, al Ministero della Difesa, alla Marina Militare nonché di Palazzo Chigi e Parlamento Europeo.”

Subito dopo questa apertura è possibile visionare nomi, patenti di guida, curriculum ma anche numeri di telefono e stipendi di poliziotti e militari italiani. Sono anche state rese note delle protocolli di sicurezza per le visite all’estero del presidente Gentiloni.

La Polizia Postale si sta cimentando nell’ardua impresa di individuare gli autori del fatto e non ha perso tempo nel potenziare il sistema di sicurezza informatico che avrebbe dovuto proteggere tali informazioni riservate.

Pin It on Pinterest