Twitter raddoppia, cinguettii da 280 caratteri

Twitter, il social network famoso per la possibilità di pubblicare post dalla lunghezza di 140 caratteri, raddoppia il numero di lettere inseribili, portandole a 280.

L’azienda, acquisita da Facebook nel 2014 per la somma di 10 miliardi di dollari, dopo mesi di test, permetterà ai suoi 330 milioni di utenti attivi ogni mese di scrivere post dalla lunghezza di 280 caratteri.

La decisone è stata presa e attuata in quanto i risultati di tali prove hanno portato alla luce dati significativi: il 5% dei tweet erano più lunghi di 140 caratteri e solo il 2% superavano i 190. Le persone solo in un primo momento si sono prodigate ad usare l’interno spazio disponibile per sperimentare e creare post lunghi e fantasiosi, ma l’effetto “novità” è durato per poco tempo.

Gli utenti inizialmente erano preoccupati che la piattaforma risultasse meno rapida e immediata nel leggere informazioni, ma si sono dovuti ricredere in quanto la fruibilità è rimasta pressoché identica.

Questo nuova caratteristica del social network non ha colpito però i paesi asiatici come Cina, Giappone e Corea in quanto la loro forma di scrittura prevede simboli e non veri e propri caratteri.