Donna muore a pochi giorni dall’intervento. Il marito presenta una denuncia

Sarebbe morta perché l’intervento chirurgico sarebbe stato ritardato di 5 mesi, almeno secondo i familiari che hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Palermo.

La donna, la trentaseienne Grazia Sinatra, madre di due figlie, era stata visitata a marzo. L’intervento chirurgico in laparoscopia per estrarre alcune endometriosi tra ovaie e utero ed è stata operata solo a fine ottobre all’ospedale Civico di Palermo. La donna stava male, ma in ospedale non c’era posto e i medici le avrebbero comunicato che c’erano altre urgenze.

Il marito, Giuseppe Crivello, ha presentato una denuncia. “In più occasioni abbiamo manifestato l’urgenza per l’intervento – spiega il marito nella denuncia – mia moglie stava sempre peggio, ma il posto non c’era. All’uscita dalla sala operatoria i medici ci hanno rassicurato sul corretto esito dell’operazione e sul normale decorso post operatorio. Ma mia moglie nel percorso dalla sala operatoria al reparto si lamentava e stava male”. Entrata nella stanza, Grazia Sinagra ha avuto un arresto cardiaco. Portata in rianimazione, è morta il 6 novembre. La cartella clinica è stata sequestrata e il pm ha disposto l’autopsia. La famiglia è assistita dall’avvocato Christian Vannucchi.