Musumeci vince grazie a Messina, Catania e Palermo. M5S primo partito ma non sfonda

Vince Musumeci in Sicilia. E a vedere i dati delle elezioni regionali siciliane che vanno arrivando a spoglio avanzato emerge una vittoria abbastanza netta grazie, soprattutto, al voto nelle province di Palermo, Catania e Messina, ovvero quelle delle maggiori città siciliane.

Una vittoria ampiamente annunciata del candidato di centrodestra, con Cancelleri secondo sul piano personale ma molto meno forte dal punto di vista del suo Movimento. Con circa il 35%, il candidato del M5S si giova molto del “voto disgiunto”, raccogliendo circa il 7% in più rispetto al 27-28% della sua lista.
Che comunque avanza di ben 10 punti percentuali rispetto al 18% del 2012. Benché sia prematuro trarre conclusioni, sembra sempre più evidente che il voto disgiunto abbia favorito la candidatura di Cancelleri rispetto a quella di Micari. Le liste del candidato di centrosinistra raccoglierebbero esattamente il 6-7% in più rispetto al voto al candidato-presidente.
Il voto del M5S appare più forte nelle province più eminentemente rurali e nella Sicilia più abbandonata a se stessa in quanto a lavoro e infrastrutture, oppure delusa dal regresso industriale, come a Siracusa. [Leggi tutto]