Elezioni Sicilia 2017 Micari-Lagalla, sfida magnifica: è piaciuta la competizione a distanza (video)

Elezioni Sicilia 2017, l’onda lunga del riflusso sembra ancora lasciare una scia dietro di sé: gli universitari non hanno molta voglia di parlare delle elezioni regionali, nemmeno adesso che tra i candidati alla Presidenza della Regione c’è il rettore in carica – autosospeso – Fabrizio Micari e tra i candidati per un posto all’Ars l’ex ‘Magnifico’ Roberto Lagalla. Tra quelli che decidono di mostrarsi in video e raccontare come la pensano, in molti apprezzano la scelta di scendere in campo di Micari, mentre in tanti hanno un ricordo vago di Lagalla, che il posto di rettore lo ha lasciato da qualche anno.

Per Liborio, studente di 19 anni che staziona davanti all’ingresso di Lettere e Filosofia, “Ognuno è libero di potersi candidare“. Nessun conflitto di interessi, dunque. E sulla sfida a distanza con l’ex rettore Lagalla dice: “Sempre bella la competizione”

Tra gli studenti, poi, c’è chi, come Giuseppe, studente di storia di 25 anni, crede che il rettore possa dimostrare di avere la stoffa da politico. Magari con da parlamentare, aggiungiamo noi, visto che la Presidenza della Regione sembra decisamente fuori discussione.

La sfida gentile di Micari, però, non è andata giù a tutti. C’è anche chi non ha apprezzato la scelta del rettore di candidarsi, come Alberto, ventiduenne studente di Scienze politiche.

Antonio, studente di Economia industriale di 19 anni, dice di aver votato per il Movimento 5 stelle, ma ha apprezzato la scelta di Micari di correre alle elezioni regionali, mentre tra i politici nazionali apprezza Matteo Renzi.

Buona la presenza dei rettori nell’agone elettorale secondo Giuliana, 19 anni, studentessa di Disegno industriale. Possono portare “Un nuovo punto di vista“, dice la ragazza.


Widget not in any sidebars