Elezioni Sicilia 2017 – Presidente, si occupi della Palermo – Catania (VIDEO)

Una vergogna che dura da 960 giorni. L’autostrada Palermo – Catania è la prova dell’assoluta inconsistenza della politica siciliana. Da 960 giorni il viadotto Himera è crollato e da allora l’arteria autostradale più importante della Sicilia segna, con la sua cicatrice, la divisione tra la capitale istituzionale della Regione e quella economica.

L’unico rimedio partorito dal 10 aprile del 2015, data del crollo, è la cosiddetta bretella, la soluzione tampone che, come nella migliore tradizione, corre il rischio di trasformare il temporaneo in permanente. È la prova dell’inesistenza di un vero piano delle infrastrutture, ma ancora prima dell’incapacità di rappresentare a Roma e all’Anas lo stato d’emergenza. Non riusciamo ad immaginare un tratto autostradale al nord, di così alto valore strategico per il traffico passeggeri e merci, interrotto per oltre 30 mesi. Non immaginiamo il silenzio di Maroni o Zaia di fronte ad un tale scempio, perché oltre allo scandalo Himera l’autostrada A19 sembra uno dei tanti percorsi di Giochi senza frontiere quando ti giochi il feel rouge, con le corsie interrotte in più punti e le macchine che ti sfrecciano accanto a pochi centimetri di distanza.