Ecco per chi vuoterò alle elezioni regionali in Sicilia

No, non è un refuso. Ho scritto vuoterò e volevo scrivere vuoterò. Io andrò a votare. L’ho già detto. Per quanto accasciato sui terribili destini recessivi del Paese, per parafrasare Leopardi, domenica mattina me ne andrò al seggio con Diego e voteremo. Non so cosa voterà lui.

Ma il bello è che, a 48 ore dal voto, non lo so nemmeno io. Non ancora. Ma a votare ci vado perché ogni volta che ci sono elezioni penso a quella prima volta che votai, a come mi sentivo bene, a come mi sentivo importante.

Allora non vedevo l’ora di andare a votare perché ero convinto che ogni volta ce l’avremmo fatta, che le cose sarebbero finalmente cambiate, che questo Paese avrebbe finalmente premiato i migliori. O, almeno, quelli che per me erano i migliori.

Adesso lo sapete che mi succede? Quando mi chiamano per votare (qualsiasi cosa, compresi condominio e referendum), mi scappa un pensiero: chi camurria! E mi dispiace perché mi pare un pensiero qualunquista e io non mi sento tale. Mi spingono nella cabina e mi ritrovo lì dentro con tanta voglia non più di votare ma di vuotare il sacco, di scrivere inutile parole di rabbia. La mia voce si è fatta sempre più tenue, sempre più indistinta, sempre meno ascoltata. Non perché io sia chissà quale guru. Parlo della mia voce come quella di milioni di persone che vivono qui e che quella voce non sanno più a chi affidarla.

Il mio problema non è quello di trovare cosa dire di male delle forze in campo, ma la tristezza di non riuscire a trovare come dire bene di qualcuna di esse. Ma così vince il meno peggio, il più precario, il più incerto, il più brevilineo. Io sono cresciuto con Berlinguer, con Moro, con Altiero Spinelli, con Nilde Iotti, con Tina Anselmi, con Romano Prodi. Ne basta un quarto di uno solo di questi per fare ombra sull’intero allevamento del vertice (vortice) politico italiano. [Leggi tutto]

Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto
Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto
Tutte le facce di Facebook

Tutte le facce di Facebook, un libro da condividere

Dopo la nascita di Facebook, niente è stato più come prima. E noi, come siamo sopravvissuti? Ce lo racconta Riccardo Lo Bue nel suo libro Tutte le facce di Facebook. Giovani e meno giovani, pensionati e studenti, uomini e donne: ...
Leggi Tutto