Palermo, abusi durante visita ginecologica: arrestato primario di Villa Sofia

Arresti domiciliari per il professore Biagio Adile, primario del reparto di Uroginecologia dell’ospedale Villa Sofia – Cervello, accusato di violenza sessuale. A denunciarlo una donna tunisina di 28 anni che avrebbe subito abusi sessuali nel corso delle due visite mediche, una nello studio del professore e la seconda in ospedale, e che ha registrato il secondo incontro con lo smartphone, per poi presentare il tutto alla Polizia. Il provvedimento è stato firmato dal gip Maria Cristina Sala su richiesta del sostituto procuratore Giorgia Righi e dell’aggiunto Ennio Petrigni.

La direzione aziendale di Villa Sofia, intanto, ha sospeso il medico indagato dopo avere avuto conferma dall’autorità giudiziaria del provvedimento restrittivo eseguito a suo carico.