Cancelleri, quanto ti costano i post di Parisi…

Micari cita Gandhi, Fava torna sul concetto di “miserabile”, Musumeci offre la sua solidarietà a Rosato. I post al vetriolo di Angelo Parisi rischiano di costare cari a Giancarlo Cancelleri. Soprattutto alla luce del fatto che, come invece molti si aspettavano, il candidato pentastellato in corsa per la prima poltrona di palazzo d’Orleans non ha ritirato la delega designata a Parisi. Un’occasione fin troppo ghiotta, insomma, per i rivali in una gara alla conquista dell’ultimo consenso, negli ultimi giorni prima del silenzio elettorale.

“Mi prendevano in giro per la sfida gentile” è l’accusa di Fabrizio Micari. “Troppo debole come concetto, troppo educato per una campagna elettorale da Tv spazzatura. Oggi lo ribadiamo con forza mentre c’è un assessore designato dal M5S che vuole bruciare viva una persona – e non bastano le scuse, quelle parole di odio rimangono, non possono essere cancellate e Cancelleri lo deve licenziare – e un altro che svuota le galere per riempire le sue liste e tentare per la terza volta un’elezione alla presidenza della Regione che rischia di far diventare impresentabile la Sicilia. Noi ribadiamo la sfida gentile. Ribadiamo la forza delle idee alla violenza verbale e alla rissa, i progetti per i siciliani alle parole grosse e alle accuse reciproche. Ridevano tutti della nostra sfida gentile e oggi diventa centrale. Diceva Gandhi: “Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci”. La sfida gentile piacerà ai siciliani e la nostra gentilezza cambierà la Sicilia”.

Anche Claudio Fava ha colto l’occasione per osservare che “provando a fare un censimento dei post con cui alcuni elettori dei Cinque Stelle reagiscono a determinate notizie, c’è una certa pesantezza nelle argomentazioni. E sono tutte argomentazioni piuttosto apolitiche. Non dico le ragioni per cui penso che tu abbia torto, ma ti dico semplicemente taci”. A proposito del tweet di Parisi su Ettore Rosato, Fava aggiunge: “Davanti a un atteggiamento così miserabile, mi aspettavo che gli dicesse di andarsene. Crocetta con Battiato lo ha fatto”.

Il rispetto per l’avversario e quello per la stampa libera sono fondamenti di tutte le attività – aggiunge invece Musumeci -, ancor di più per chi ha ruoli pubblici. Esprimo la mia solidarietà a Ettore Rosato e ai giornalisti Giovanni Floris, Corrado Formigli e Massimo Giannini, che hanno ricevuto offese e minacce inaccettabili”.

E anche il segretario dem Fausto Raciti entra in fase agonistica. Dopo un lungo silenzio nelle ultime settimane, Raciti fa una sintesi dell’agenda politica della giornata che è tutta clava e niente fioretto: “Cancelleri predilige fare assessori gli scemi, Musumeci candidare i banditi. L’unico voto utile è quello che li mette all’opposizione: Fabrizio Micari”.

Muos Niscemi

Cangemi, PCI: la lotta contro il MUOS continua

CGA dice sì al Muos. Dichiarazione di Luca Cangemi, segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano La sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che conferma l’autorizzazione a installare nel territorio di Niscemi la macchina di guerra e devastazione ambientale chiamata MUOS, non ...
Leggi Tutto
Parlami di musica...e non andare via, di Valentina Frinchi

Nuova edizione del libro “Parlami di musica…e non andare via”, dal Rock progressive al Jazz di Valentina Frinchi

È palermitana, classe '71, Valentina Frinchi, la "Signora degli eventi" che nel 2016 ha pubblicato il suo primo lavoro come scrittrice con la passione per la musica nel Dna. "Parlami di musica... e non andare via" - dal Rock progressive ...
Leggi Tutto
Fabio Citrano suca a Salvini

Fabio Citrano e il suca a Matteo Salvini, il fascicolo al consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti

Caso Citrano-Salvini al consiglio di disciplina, l'Odg Sicilia: maggiore continenza sui social Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, riunito oggi a Palermo, ha deliberato l'invio al Consiglio di disciplina territoriale del fascicolo relativo al caso del collega Fabio Citrano ...
Leggi Tutto
Usb, manifestazione stop glifosato

Stop glifosato, tavolo di coordinamento all’Ars. Usb: “Stop pesticidi. Diritto alla sovranità alimentare”

Venerdì 11 gennaio alle ore 10:30 in Assemblea Regionale Siciliana, nella Sala Rossa “Pio La Torre”, il tavolo di coordinamento Stop glyphosate La Federazione del Sociale USB Catania, insieme agli altri firmatari del manifesto "StopGlifosato", parteciperà, presso  l'Assemblea regionale siciliana, ...
Leggi Tutto