Anche i pulcini sanno contare, fino a quattro

Da un esperimento condotto dall’Università di Padova è emerso che i pulcini sono in grado di riconoscere elementi fino a quattro unità, numericamente e non simbolicamente. Andando oltre il tre, i piccoli bipedi color paglierino superano le abilità dei bambini di pochi mesi e dei macachi. Altri animali che finora sono riusciti a fare questo sono i cani, gli elefanti, gli oranghi, i pesci Gambusia e gli uccelli della specie Petroica.

Ma come fanno i pulcini a riconoscere le quantità? Per prima cosa, subito appena nati, sono stati messi in contatto con un numero predefinito di quadratini rossi, in modo che avvenisse una sorta di apprendimento istantaneo e li riconoscessero come “fratelli”.

Poi, in un primo esperimento, dietro due schermi identici sono stati nascosti, sotto gli occhi dei piccoli animali, due insiemi comprendenti un numero diverso di quadratini. Da un lato ne sono stati collocati tre, dall’altro quattro. Ma in questo caso i risultati sono stati scarsi.

In una seconda prova, invece, è bastato cambiare la metodologia nella disposizione per ottenere un esito diverso: dietro il primo pannello sono stati nascosti due gruppi contenenti due quadratini e nel secondo un gruppo da due e un quadratino singolo. Ed è così che con questa variante i pulcini sono stati in grado di riconoscere il “quattro” dietro il primo pannello.

“Le performance numeriche degli animali in alcuni casi non dipendono solo dai loro limiti cognitivi, ma anche dalla motivazione o dal livello di attenzione”, riferiscono gli studiosi che stanno dietro il progetto, come si legge su Repubblica.