Renzi: “Fava stai sereno, vince Micari”

Matteo Renzi alla fine dalla Sicilia c’è passato. Certo, senza il treno, ma è passato. Aveva scelto Palermo. E poi invece è stata Catania. La piazza? Nemmeno a parlarne, la saletta di un hotel che conta poco meno di 200 posti a sedere. Le domande dei cronisti? Anche no. Dopo l’iniziativa pubblica, Renzi resterà, comunicano dall’ufficio stampa, “in una saletta predisposta alle interviste”, dove i giornalisti “entreranno uno alla volta e per un tempo massimo di 3 minuti”. Il segretario dem si lascia andare a un paio di battute durante l’intervento di Micari: “Salvini resterà una settimana in Sicilia? Pur di non andare al Parlamento Europeo, farebbe qualunque cosa”.

I famosi nemici ra cuntintizza? “Ragazzi, viene fuori un hashtag perfetto”. Applausi dalla saletta. Renzi introduce Fabrizio Micari definendolo un candidato che “può arrivare a governare sapendo dove mettere le mani. Perché poi, diciamolo, quelli che urlano e si affidano al primo che passa, magari per 5 giorni pensano di aver fatto chissà che, ma poi per 5 anni si mangiano le mani”. Il riferimento è alle alte possibilità di vittoria di Giancarlo Cancelleri, che Renzi non nomina mai, ma ecco pronto il parallelismo con la Capitale, guidata da Virginia Raggi: “L’hashtag dei romani è mannaggia”.

“Se metti persone che non hanno competenza o preparazione, i risultati li vedi per 5 anni. Anche per questo competenza, onestà, visione internazionale qui in Sicilia per me hanno un solo nome, Fabrizio Micari”.

Dopo l’intervento del rettore, a chiudere è ancora una volta l’ex premier, che avvisa il suo pubblico: “A tutti quelli che dicono che bisogna dare un segnale e votare a sinistra in questa Regione, voglio dire che il 6 novembre la Sicilia si sveglia con un presidente di destra, perché a forza di scegliere la sinistra più radicale, vince la destra. È andata così in tanti momenti della storia. Dite che il voto utile è il modo più di sinistra per essere credibili e coerenti”. Davide Faraone fa partire l’applauso, ma Renzi aggiunge “c’è anche un’anima democristiana. E lo voglio dire con molta chiarezza. Io credo che , tra l’estremismo e il populismo, la saggezza dei vostri padri democristiani, che in Sicilia hanno avuto una grande storia, sa perfettamente che quando c’è una persona saggia e moderata è sicuramente meglio che non affidare il voto nel buio”.

Appena qualche ora prima, Claudio Fava in una nota aveva lanciato la provocazione: “Accettiamo scommesse: nella sua microcampagna elettorale in Sicilia (a piedi, in attesa della ‘cura del ferro’ promessa da Micari), azzardiamo ciò che oggi dirà Renzi a Catania, la stessa cosa ripetuta da tutti i suoi ministri come uno scongiuro: ‘Non votate Fava!’. È l’unico punto nel programma di governo del PD per la Sicilia. Ogni volta che lo ripetono cresce il consenso verso di noi. E li ringrazio”. Per questa volta a vincere la scommessa sembra essere stato proprio il vicepresidente dell’Antimafia.

Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto
Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto
Tutte le facce di Facebook

Tutte le facce di Facebook, un libro da condividere

Dopo la nascita di Facebook, niente è stato più come prima. E noi, come siamo sopravvissuti? Ce lo racconta Riccardo Lo Bue nel suo libro Tutte le facce di Facebook. Giovani e meno giovani, pensionati e studenti, uomini e donne: ...
Leggi Tutto