I luoghi della rimonta di Micari e Cancelleri

I sondaggi raccontano una storia, le liste continuano a rivelarne un’altra. Se nelle aree metropolitane il vantaggio delle liste a sostegno di Musumeci sembra confermare il trend dei sondaggi, non è così fuori da Palermo, Catania e Messina.

È nelle aree dei Liberi Consorzi che le liste a sostegno di Cancelleri e – soprattutto – di Micari rischiano di recuperare terreno (e scranni) rispetto al superfavorito candidato di centrodestra. Che tra Agrigento, Trapani, Ragusa, Siracusa, Caltanissetta ed Enna sembra ben lontano da quei 40 punti percentuali di cui hanno parlato per settimane i sondaggi.

È così ad Agrigento, dove i seggi complessivi sono 6. A superare lo sbarramento potrebbero essere le liste di Sicilia Futura (i favoriti sono gli uscenti Michele Cimino e Salvatore Cascio); Alternativa Popolare (il più quotato sarebbe Vincenzo Fontana); Forza Italia (dove spicca il nome dell’uscente Giuseppe Federico); Udc (lì è derby tra Gaetano Cani, Margherita La Rocca Ruvolo e Salvatore Iacolino); Pd (Mariella Lo Bello e Giovanni Panepinto) e Movimento 5 Stelle (dove in pole ci sarebbe l’uscente Matteo Mangiacavallo).

Anche a Trapani potrebbero scattare due seggi per lo schieramento di Micari, due per quello di Musumeci e uno per Cancelleri. I favoriti nella lista dem, a cui dovrebbe scattare un seggio, sono Baldo Gucciardi, Paolo Ruggirello e Giacomo Tranchida; per Sicilia Futura il più quotato è Nino Oddo, mentre nella lista forzista è corsa a tre tra Giovanni Lo Sciuto, Toni Scilla e Stefano Pellegrino. Nella lista Udc in corsa c’è Mimmo Turano, mentre in casa Cinque Stelle in pole i due uscenti Sergio Tancredi e Valentina Palmeri.

Stessa prospettiva anche guardando al collegio aretuseo, dove due seggi potrebbero andare alla coalizione di Micari, due a quella di Musumeci e uno a Cancelleri. In casa Pd è sfida tra Paolo Amenta e Bruno Marziano, in Forza Italia in pole Edy Bandiera, nella lista dei centristi è derby tra Vincenzo Vinciullo e Gaetano Cutrufo, mentre tra le fila dello scudo crociato è testa a testa tra Pippo Sorbello e Giambattista Coltraro. Tra i pentastellati nella provincia di Siracusa, il favorito è invece l’uscente Stefano Zito.

A Ragusa scattano complessivamente quattro seggi. Questa volta uno potrebbe andare alla lista Cento Passi di Claudio Fava, dove in corsa c’è Ciccio Aiello, mentre in casa Cinque Stelle un seggio potrebbe scattare all’uscente Vanessa Ferreri. Nella lista dem è caccia all’ultimo voto tra Pippo Digiacomo e Nello Dipasquale, mentre tra i forzisti i favoriti sono Giovanni Mauro e Orazio Ragusa. A Caltanissetta, dove gli scranni sono in tutto tre, è verosimile che ne scatti uno ciascuno a Micari, Musumeci e Cancelleri. Lì i Cinquestelle schierano il candidato alla presidenza della Regione, mentre Forza Italia punta su Giuseppe Federico e il Pd su Giuseppe Arancio. Soltanto due seggi, infine, ad Enna, dove uno scranno potrebbe andare ai grillini, mentre l’altro potrebbe avvantaggiare il Pd, che schiera i due big Mario Alloro e Luisa Lanteri.

Insomma, lontano dalle aree metropolitane, Micari potrebbe conquistare 10 scranni complessivamente, mentre 8 andrebbero a Musumeci, sei a Cancelleri e uno a Fava. Un dato in controtendenza rispetto all’orientamento di voto nei grandi collegi. Che ancora una volta rivela che la partita è tutt’altro che chiusa e che per cantar vittoria bisognerà attendere il 6 novembre.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto