Alimenti pericolosi per la salute, la black list di Coldiretti

Pesce spada e tonno spagnoli, integratori alimentari americani, arachidi cinesi, pistacchi iraniani, pollo polacco, peperoni turchi e peperoncino indiano: un elenco che sembra messo lì a casaccio e che invece ha un filo conduttore ben preciso, la pericolosità di questi alimenti per la salute. Almeno secondo Coldiretti, che ha stilato una lista di cibi poco sicuri.

Nello specifico, il pesce spada e il tonno spagnoli conterrebbero residui metallici pesanti, come il cadmio e il mercurio. Per quanto riguarda gli integratori e prodotti dietetici statunitensi, si tratterebbe di sostanze con ingredienti non autorizzati nel territorio dell’Unione Europea. Ci sono aflatossine oltre i limiti nelle arachidi provenienti dalla Cina.

La lista, come si diceva, non si ferma qui: Coldiretti punta l’indice contro i pistacchi iraniani, che conterrebbero aflatossine in quantità eccessiva. Pesticidi oltre i limiti consentiti per legge nei peperoni provenienti dalla Turchia, così come sotto accusa finiscono nocciole, pistacchi e fichi secchi provenienti dallo stresso Paese, a causa della presenza eccessiva di aflatossine, e le albicocche secche per i troppi solfiti.

Ancora, le carni di pollo provenienti dalla Polonia sarebbero contaminate microbiologiche dalla salmonella, che si troverebbe anche nel peperoncino che arriva dall’India. Infine, all’indice anche la noce moscata indonesiana, oltre i limiti per aflatossine e certificazione poco attendibile.