Catania, perquisita nave di Save The Children

Perquisizioni sulla nave Vos Hestia di Save The Children, impegnata nelle operazioni di soccorso ai migranti nel Mediterraneo centrale e attualmente ormeggiata al porto di Catania. La perquisizione, eseguita dagli uomini del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato, è stata disposta dalla Procura di Trapani che indaga per favoreggiamento dell’immigrazione irregolare. A bordo della nave, nei mesi scorsi, ha operato anche un agente sotto copertura.

Da tempo la Procura di Trapani ha aperto un fascicolo sull’operato delle Ong. Ad agosto, ha disposto il sequestro dell’imbarcazione Iuventa della ong tedesca Jugend Rettet, accusata di contatti con i trafficanti. E a settembre è finito sul registro degli indagati anche il nome di Marco Amato, comandante, per l’appunto, nella nave Vos Hestia.

Si tratta – precisa l’organizzazione, come riporta Adnkronos – di un’operazione “relativa ad una ricerca di materiali per reati che, allo stato attuale, non riguardano Save the Children”. “Come si evince dallo stesso decreto di perquisizione”, viene rilevato, “la documentazione oggetto di ricerca è relativa a presunte condotte illecite commesse da terze persone. Ribadiamo con forza che Save the Children ha sempre agito nel rispetto della legge durante la propria missione di ricerca e salvataggio nel Mediterraneo e confermiamo, pertanto, ancora una volta, che l’organizzazione non è indagata”.