Andy Luotto, una nuova vita da cuoco

È stato il primo su cui l’integralismo islamico ha messo una taglia. Andy Luotto ha pagato così, all’alba degli anni ’80, la gag televisiva dell’arabo nell’indimenticabile trasmissione di  Renzo Arbore “Quelli della notte”. E poi la fuga dagli States per evitare di finire soldato in Vietnam, il furgoncino da venditore ambulante che gli dava da vivere appena sbarcato in Italia, L’altra Domenica di “buono no buono”. E infine l’ultima delle sue innumerevoli vite, con la passione di sempre: la cucina.

Il racconto della sua vita vita da eterno hippy in occasione della Cena d’Autore organizzata dalle Cantine Nicosia.

Qui il video