Cani fanno trovare 7 kg di marijuana: tre arresti a Catania

Cani a caccia di droga. In tutto 7 i chilogrammi di marijuana trovati e sequestrati nelle ultime ore a Catania. Tre le persone finite in manette.

In particolare, i Carabinieri di Gravina di Catania hanno arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti un 23enne, Orazio Tenente. E grazie al fiuto del Labrador Ivan, un cane antidroga del Nucleo Cinofili di Nicolosi, hanno recuperato e messo sotto sequestro un chilogrammo di marijuana, in gran parte già suddivisa in dosi pronte per lo smercio. Trovati anche 5 bilancini elettronici di precisione, circa 200 euro in contanti e 29 cartucce da caccia di vario calibro.

I militari dell’Arma, dopo aver osservato uno strano andirivieni di persone sotto i portici del caseggiato popolare di via Balatelli, nel quartiere San Giovanni Galermo di Catania, al momento opportuno sono intervenuti, bloccando il pusher nel preciso istante in cui stava cedendo una dose al cliente di turno, in cambio di denaro. Assolte le formalità di rito, Tenente è stato condotto al carcere Piazza Lanza.

La Polizia di Stato di Catania, invece, ha arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti Natale Ratti, di 64 anni, e il figlio Giuseppe, di 39. Durante una perquisizione nella loro abitazione ad Aci Catena, gli agenti, supportati dal personale dell’Upgsp (Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico) e da unità cinofile, grazie al fiuto del cane Jagus hanno scoperto una sorta di laboratorio per la lavorazione e l’essiccazione di marijuana. Sequestrati 6 chilogrammi di droga. I due uomini si trovano adesso in carcere.