Musumeci e la vittoria “annunciata”: come sarà il nuovo parlamento siciliano secondo la sfera di cristallo

Sulle elezioni regionali, per quanto valgano i sondaggi in Sicilia, una cosa sembra trovare tutti o quasi d’accordo: Musumeci è in testa e lo “sfidante” di questo primato teorico, il 5 stelle Cancelleri, lo seguirebbe di pochissimo, superandolo in pochi casi. Nella stragrande maggioranza dei sondaggi finora realizzati (e abbastanza accreditati da essere inclusi nella tabella di Wikipedia, qui) il candidato della coalizione siciliana di centrodestra vincerebbe più o meno agevolmente.

Musumeci dunque, decisamente o di misura, in vantaggio su Cancelleri. Micari (centrosinistra) seguirebbe ampiamente staccato. Fava, Cento Passi (sinistra), sarebbe ancora più indietro. Ma una vittoria del candidato del centrodestra, o dei Cinquestelle, assicurerebbe la governabilità?

Abbiamo voluto considerare i possibili scenari che potrebbero rendere possibile l’elezione dei primi quattro concorrenti (secondo i pronostici) alla carica di governatore. Non ce ne voglia il quinto, Roberto La Rosa (Siciliani liberi).

Comunque vada, una vittoria di uno qualsiasi dei candidati a presidente non garantirebbe probabilmente la maggioranza alla Assemblea Regionale Siciliana. Perché in Sicilia il premio di maggioranza è molto limitato. Un successo di coalizione “minimo” per garantire la maggioranza all’ARS deve essere intorno al 43%.

Il primo scenario è quello che risulta dalla media dei sondaggi, che vedono pressocchè tutti Musumeci eletto presidente. In questo scenario, che è (in teoria) il più probabile finora, Musumeci vincerebbe nettamente e le sue liste raccoglierebbero almeno 30 seggi + il premio di maggioranza.

Lo “Scenario Micari”: rispetto alle medie sondaggi, il candidato di centrosinistra ha bisogno di una “spintarella” consistente per arrivare primo ed essere eletto presidente. Va messa in campo l’ che recuperi (e di molto) grazie a un ipotetico finale di campagna elettorale particolarmente brillante e convincente. Una sua vittoria comporterebbe comunque una mancata maggioranza ancora più evidente e sarebbe possibile con performance di centrodestra e Cinque Stelle ben al di sotto di quanto visto finora nei sondaggi.

Nel caso vinca Cancelleri, confermando i migliori risultati nei sondaggi, più un punto percentuale magari dovuto alle sorprese, anche qui non ci sarebbe la maggioranza, con l’aggravante che difficilmente i Cinque Stelle siciliani si coalizzerebbero con altri.

Restano da considerare le possibilità di un meno probabile “Scenario Fava”, a cui aggiungo il pronostico della mia “Sfera di cristallo personale”. [Leggi tutto]

Pin It on Pinterest