Fabrizio Miccoli condannato per estorsione

Fabrizio Miccoli, ex calciatore nonché capitano del Palermo, è stato condannato a tre anni e sei mesi per estorsione aggravata. Secondo la procura avrebbe incaricato il suo amico Mauro Lauricella, figlio del presunto boss della Kalsa Antonino, di recuperare circa 12 mila euro che un ex fisioterapista del Palermo, Giorgio Gasparini, anch’esso amico dell’attaccante rosanero, avrebbe dovuto avere da un imprenditore per una vicenda legata alla gestione della discoteca “Paparazzi” di Isola delle Femmine.

Dopo la richiesta del pm Maurizio Bonaccorso di archiviazione del fascicolo, lo scorso maggio il gip Fernando Sestito ha invece disposto l’imputazione coatta nei confronti di Miccoli, con una richiesta di condanna per 4 anni di carcere. Mauro Lauricella era invece stato assolto dall’accusa di estorsione e condannato per violenza privata aggravata dal metodo mafioso.

Il gup Walter Turturici ha quindi condannato a tre anni e mezzo Fabrizio Miccoli con l’accusa di estorsione aggravata. Basito Giovanni Castronovo, avvocato dell’ex attaccante del Palermo, secondo cui “la sentenza è in totale disaccordo con quanto ha già stabilito il Tribunale di Palermo. Siamo al paradosso che viene condannato il presunto mandante di un’estorsione, mentre il presunto esecutore è stato assolto da questa accusa. Quindi per il Tribunale non c’è stata estorsione e per il Gup sì”. L’avvocato ha annunciato che ricorrerà in appello non appena saranno rese note le motivazioni della condanna.

L’amicizia tra il figlio del presunto boss e il calciatore è stata al centro delle investigazioni della Dia tra il 2010 e il 2011, quando il cellulare di Mauro Lauricella era tenuto sotto controllo dagli investigatori che stavano cercando il padre Antonino, allora latitante. La frase “quel fango di Falcone” detta dal capitano del Palermo proprio in una delle intercettazioni telefoniche, fece di fatto terminare la sua carriera di attaccante rosanero.  Miccoli, che ha sempre negato di essere a conoscenza delle parentele dell’amico, si congedò dalla città con una conferenza stampa in cui, in lacrime, si scusava per la vicenda.

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra al'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto
Il futuro della Sicilia sull'asse Palermo-Roma

Società a controllo pubblico, Armao: “Tema centrale nell’azione di governo”

Nell’ambito del convegno dal titolo -Le società a Controllo Pubblico- che si terrà nell’intera giornata di oggi e di domani a Villa Malfitano a Palermo, nella sessione pomeridiana odierna, con inizio alle ore 14.30, interverrà il Vice Presidente della Regione ...
Leggi Tutto

La Traccia, una spy story con venature esistenziali firmata Luciano Zaami

Perché un antiquario italiano vuole contattare il capo carismatico della resistenza al regime dittatoriale di una capitale europea? Per scoprirlo bisognerà seguire... La Traccia (o quanto meno bisognerà leggerla), il terzo romanzo di Luciano Zaami, scrittore nisseno oggi trapiantato a ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest