Elezioni Sicilia, tribuna elettorale. Marcello Tricoli (Forza Italia), con Musumeci impegno sentimentale e progetto culturale

Dopo Alì Listì Maman del M5S e Attilio Licciardi (PD), presentiamo nella nostra tribuna elettorale Marcello Tricoli, Candidato nelle liste Forza Italia a sostegno di Musumeci (Centrodestra).

Marcello Tricoli, candidato Forza Italia nella coalizione di centrodestra a sostegno di Musumeci
Marcello Tricoli

Marcello Tricoli è nato a Palermo nel 1969. Laureato in scienze politiche è stato componente della Direzione Centrale dell’Alleanza Sportiva Italiana. Ha iniziato giovanissimo la sua militanza rivestendo le cariche di vicesegretario provinciale del Fronte della Gioventù e dirigente provinciale del FUAN.
Appartiene ad una delle famiglie più rappresentative della destra siciliana. Il padre Giuseppe, è stato deputato regionale del MSI. Il fratello Marzio, tragicamente e prematuramente scomparso, è stato Assessore regionale al Bilancio, Presidente provinciale di AN e Presidente della Commissione Attività produttive all’ARS. Al loro fianco, Marcello è stato protagonista delle battaglie politiche della destra palermitana. Nel maggio del 2003 è risultato il primo degli eletti con 3.685 voti nella lista di AN per il rinnovo del Consiglio provinciale. Nel giugno del 2008, con 2.981 voti, è stato rieletto al Consiglio provinciale, ove ha rivestito la carica di Presidente sino al 2013.

Prima domanda. Quali sono le tue motivazioni per la candidatura (perché questa candidatura)?

Faccio politica da quando ero ragazzino, la passione per la dialettica sociale e la difesa delle cause che ritengo giuste – oggi come allora – sono sempre state il punto di riferimento nel mio percorso civile, insieme all’etica della famiglia, della società in cui viviamo, dei valori della tradizione, sia essa culturale, che religiosa. Ho già svolto onorevolmente ruoli e funzioni della politica, della pubblica amministrazione, rispondendo sempre alla ‘chiamata etica’ del mio mandato, del mio impegno civile, sulla scia di quanto avevano già mostrato possibile (onestà, coerenza, competenza, trasparenza) mio padre prima, mio fratello Marzio, poi. [Leggi tutto]

Pin It on Pinterest