Agli arresti il sindaco di Priolo, Antonello Rizza, candidato alle regionali con Forza Italia

Antonello Rizza, sindaco di PrioloAntonello Rizza, al suo secondo mandato come sindaco di Priolo, in provincia di Siracusa, candidato alle prossime elezioni regionali con Fi a sostegno del candidato a governatore Nello Musumeci, è agli arresti domiciliari per truffa, tentata truffa e turbativa d’asta. Il provvedimento è del gip del Tribunale di Siracusa, Giuseppe Tripi, su richiesta della Procura della Repubblica al termine dell’operazione “Res Publica” su un “consolidato sistema di illegalità diffuso all’interno e all’esterno dell’amministrazione comunale priolese”, scrive il gip, finalizzato al “condizionamento e alla prevaricazione per il perseguimento illecito di finalità di tipo personale e clientelare”.

I fatti riguardano eventi della seconda metà dell’anno 2016 ed in particolare tre episodi di turbata libertà degli incanti e turbamento del procedimento di scelta del contraente in relazione alla segnalazione di persone vicine al sindaco per l’affidamento di appalti del Comune, episodi di truffa e tentata truffa ai danni del Comune commessi in concorso tra sindaco, funzionario comunale e un imprenditore, in relazione all’acquisto di beni tramite Consip con codici alterati e tali da consentire all’imprenditore segnalato la vendita dei beni per prezzi maggiorati, un episodio di frode nelle pubbliche forniture attribuito al solo imprenditore e connesso ai medesimi appalti, ed infine un episodio di tentata concussione, sempre in relazione alla finalità di pervenire all’assegnazione di appalto a imprenditore vicino al Sindaco.

Pin It on Pinterest