Cassazione, multa e carcere per chi evade il canone Sky

Chi evade il canone delle tv a pagamento, come Sky, rischia adesso sia una multa che il carcere. Lo ha deciso la Cassazione che ha condannato a quattro mesi di reclusione e al pagamento di duemila euro un palermitano di 52 anni.

L’uomo, infatti, non avrebbe usato la smart card relativa per vedere Sky ma il “card sharing”, che consiste nell’acquistare i codici necessari per vedere i programmi criptati da un soggetto terzo che, in maniera fraudolenta, finge da “pusher” vendendoli a più clienti a prezzi maggiormente convenienti rispetto al canone.

Pin It on Pinterest