Caso di bullismo nel Siracusano: una 20enne finisce in ospedale

Bullismo nei confronti di una ragazza di 20 anni che abita tra Palazzolo Acreide e Canicattini Bagni, nel Siracusano. La giovane sarebbe stata offesa e presa in giro, con perfino un lancio di sassi alla fermata dell’autobus, da sei adolescenti perché – riferiscono i Carabinieri – di “corporatura robusta”. Ciò le avrebbe provocato un malessere psichico tale da costringerla a ricorrere alle cure in ospedale. Da qui la decisione di rivolgersi ai militari dell’Arma che hanno avviato le indagini per l’identificazione degli autori della “persecuzione”.

“Il bullismo – dichiara Luigi Grasso, comandante provinciale dei Carabinieri di Siracusa – è un fenomeno gravissimo che va contrastato con ogni risorsa possibile; per questo avvieremo percorsi di collaborazione con le istituzioni scolastiche della provincia per cercare di incontrare, quanto più possibile, i giovani e metterli in guardia dai rischi di ogni manifestazione di reiterata prepotenza”.

Pin It on Pinterest