Tutto quello che vorreste sapere sul Nero d’Avola

Una guida interamente dedicata al Nero d’Avola, il vino ottenuto dal vitigno autoctono siciliano a bacca rossa più rappresentativo dell’Isola è stata presentata lo scorso 7 ottobre presso l’Hotel Astoria Palace di Palermo.

Questa occasione ha riunito produttori e winelovers per la presentazione al pubblico di un testo che racchiude in sè le eccellenze produttive del vino protagonista indiscusso del Made in Sicily, riconosciuto ed apprezzato per la sua qualità in abbinamento con piatti di tutto il mondo.
La guida ripercorre la storia del vitigno, i suoi abbinamenti gastronomici, la classificazione geografica variegata nell’isola, le zone di produzione che contraddistinguono il territorio ma anche il racconto delle storie di chi il vino lo produce: gli uomini del vino, i veri protagonisti che con le proprie aziende ogni anno trasformano l’ uva di un vitigno, spesso rude e di carattere, in veri capolavori di eccellenza.
Tantissimi i vini degustati e classificati, pochi quelli entrati in guida, atta a valorizzare il “Nero d’Avola” e dimostrare che si può fare sempre di più, molto per un Isola che nel vino ripercorre secoli di storia e che, sempre nel vino, ritroverà la strada maestra per essere riconosciuta in tutto il mondo.
Un progetto fortemente voluto dal suo autore Carmelo Sgandurra, sommelier esperto nella promozione di eventi a livello internazionale, spinto dalla volontà di portare la conoscenza del vitigno nero d’Avola nel mondo.
Dopo due anni di ricerca presenta questa prima edizione della guida tradotta in 9 lingue, oltre a quella italiana, ed adattata alle esigenze delle nazioni in cui sarà distribuita.
Dopo l’anteprima di presentazione della guida, seguiranno in Italia altre date importanti che vedranno le grandi città coinvolte in eventi di degustazione e Masterclass tematiche, un intenso calendario internazionale accompagnerà nel periodo finale 2017 fino a metà del 2018 la distribuzione di questa guida.
Durante la presentazione Sgandurra ha presentato un excursus sul passato, presente e futuro del vitigno mentre la giornalista Gianna Bozzali ha posto l’ accento sull’ importanza della comunicazione efficace nel mondo del vino. Tra i realatori anche Davide Gangi presidente di Vinoway, il portale web interamente dedicato al mondo del vino.
Dopo il seminario è avvenuta la premiazione delle aziende che si sono distinte non solo per la qualità del vino prodotto ma anche per l’impegno profuso e per l’attenzione al futuro del vitigno.

Presentazione Guida Nero d'Avola, vino Made in Sicily

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto