Costa: “Errore in moduli candidature”. Caos agli uffici elettorali

Inizia la consegna delle liste per le elezioni regionali del 5 novembre ed è subito polemica. “Un errore nei moduli di accettazione delle candidature predisposti dalla Regione, che ignora nel documento la legge Severino, sta creando il caos all’apertura degli uffici elettorali per il deposito delle liste”, ha denunciato Massimo Costa, leader degli indipendentisti del movimento “Siciliani liberi”.

In poche parole nei moduli, relativamente all’incandidabilità, non verrebbe citata la legge Severino del 2012, più restrittiva, ma una norma del 1990 (articolo 15, comma 1), abrogata proprio dal provvedimento che porta il nome dell’ex ministro e che si applica anche alle Regioni a Statuto speciale. Ciò che si teme è che questo possa comportare problemi ad alcuni candidati, a vantaggio di altri.

“Sono in costante contatto con la dirigente dell’Ufficio regionale preposto e mi ha assicurato che stanno lavorando per risolvere questo problema“, ha detto all’Adnkronos l’assessore regionale agli Enti locali della Sicilia, Luisa Lantieri. E ancora: “La Legge Severino deve essere recepita anche in Sicilia che è a Statuto speciale. Ho chiesto agli uffici un chiarimento, vediamo nelle prossime ore come risolvere questa situazione”.